Juan Breva

juan brevaLe sue Malagueñas erano dolci e sentimentali. Il suo cante aveva sapori nostalgici caratterizzati da una personalità intrisa di emozione. Federico García Lorca disse di lui: “…Aveva corpo da gigante e voce di bambina, colui che come Omero cantò cieco, con voce di mare senza luce e d’arancia spremuta“. Il nostro Recuerdos di oggi va a Juan Breva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...