Adela Campallo

titolo_spain

12939575_994540670615657_1426246091_n

Adela Campallo nasce a Siviglia nel 1977 in una famiglia di grande tradizione flamenca, Los Campallos. Ha solo 9 anni quando debutta all’interno della sua famiglia, ricevendo in dote naturale, sin dall’inizio della sua formazione di bailaora, il talento di grandi maestri come José Galvan e Manolo Marín. Perfeziona poi la sua arte con artisti del calibro di Eva La Yerbabuena, Antonio Canales, Javier Barón, Manolete e suo fratello Rafael Campallo.

Nel corso della sua carriera, Adela ha lavorato in molti tablaos di tutta la Spagna, del Giappone e in tanti altri paesi del mondo, lasciando sempre, ovunque andasse, una sua impronta personale di stile di danza flamenca. Nel 1992 entra a far parte della compagnia di Manuela Carrasco e nel 2003 in quella di Javier La Torre e di Farruquito.

Ha partecipato a vari Festivales internazionali come il Festival della città di Bogotà in Colombia, il Flamenco Festival USA e il Festival di Mont de Marsan collaborando con mostri sacri del flamenco come Farruquito, Farru, Andrés Marin, Rafaela Carrasco, José Maya, Antonio Canales e tanti altri.

Gli ultimi anni la vedono sempre più lanciata in grandi sfide e tante nuove proposte, come la creazione del suo nuovo spettacolo “Adelaida”, prodotto da Akais Chindos, dove riesce ad esprimere al massimo il suo amore più intimo e puro per il flamenco. Lo spettacolo viene presentato a Città del Messico dove ottiene il tutto esaurito.

Ultimamente ha presentato al Festival de Jerez e a la Bienal de SevillaSangre” insieme ai suoi due fratelli Rafael e Juan Campallo e recentemente ha inaugurato la Biennale di Parigi con uno spettacolo diretto da Rafaela Carrasco condividendo il palco con Antonio Canales, Rafael Campallo e la stessa Rafaela Carrasco.

Noi della Rubrica Flamenca Qué Mire Usté l’abbiamo intervistata dal vivo in occasione della sua venuta a Roma per uno stage di flamenco e per presentare il suo spettacolo “Simplemente Adela” prodotto da Akais Chindos Producciones. Buona visione a tutti!

Writer: Paola Amedei
Editors: Las Tres