Juan Trujillo “el Perote”

Tengo canales en la cara
de tanto llorar por ti
los suspiros que tu dabas
eran tormento pa mi
cuando de ti me acordaba
Juan trujillo el Perote

peroteJuan de la Fuensanta Trujillo Goméz “El Perote” nasce ad Álora (Málaga) in data non ben definita. C’è chi scrive trattarsi del 1864, come Jorge Martin Salazar, chi del 1865 come Paco Vargas, mentre Bohorquez specifica come data di nascita il 15 Agosto del 1864, alle 10.00 di mattina. Nacque da José Trujillo Navarro e Maria Gómez Pérez, sembra che fosse il primogenito e che avesse un fratello di nome José. Sia i genitori che i nonni erano di Álora. È probabile anche che egli fosse cugino di secondo grado de El Canario

Come il suo compaesano Sebastián Muñoz “El Pena” lavora nei campi, fattore che influenza enormemente la successiva composizione della sua Malagueña.

Al principio della sua carriera è conosciuto come “El Trujillero“, ma quando la sua notorietà artistica aumenta cambia il suo soprannome in  “El Perote“. Nonostante la giovane età lo incontriamo tra i prestigiosi nomi che si esibiscono nel Sevillano Café del Silverio, in calle Rosario 4. Pare fosse un eccellente cantaor per il baile, soprattutto por Alegrías. Accompagnò il suo cante con la sua stessa chitarra, come sufficientemente consueto a quei tempi. Si sposa con la bailaora Dolores Pérez León, figlia del chitarrista Antonio Pérez entrando così a far parte di una famiglia flamenca prestigiosa nell’ambiente sevillano. Si esibisce con lei in numerosi locali di Málaga. Secondo Fernando el de Triana, Juan Trujillo era solito cantare questa letra

Hasta ayer no supe yo,
lo que valía una madre:
que estando malo en la cama,
ella vino a consolarme
y a mi se me alegró el alma

Il 1885 fu un anno molto sfortunato per lui: mentre era a Siviglia per esibirsi con il suo compaesano El Canario, sua moglie si ammala gravemente e disgraziatamente. Nello stesso periodo, sua madre che vive in Álora, muore per una grave e improvvisa infermità. Quando Juan Trujillo si reca al suo paese natale per dare sepoltura a sua madre, gli amici vedendolo lo portano in un bar a bere qualche bicchiere. Resosi conto che non può sottrarsi da questo incontro, in un momento si mette a cantare:

Mi madre muerta de hoy
Y mi mujé agonizando,
En el café de Ciriña
Está Trujillo cantando.

Questa letra è stata riproposta dal Perote in varie occasioni negli anni successivi. Anche nella variante che segue: 

Mi madre muerta en la cama
y yo en una diversión
cantando estaba una copla
cuando el entierro pasó

Questa una delle letras di sua composizione:

Donde hay yeguas, potros nacen
dice el refrán verdadero
alante no hay que apurarse
buenas noches caballero
por ser la primera, pase

Fu infatti anche autore di ciò che cantava. Erano sue le Malagueñas che dicevano:

Estas son las del Perote,
la que suben al tablao,
malagueñas como estas
en Sevilla no han entrao

El más sabio, se atribula;
quien lleva razón, la pierde.
Prevarica del sentío
aquél que quiere y no puede
gozar de la que ha querío.

E ancora in omaggio alla donna che aveva perduto:

Tengo canales en la cara
de tanto llorar por ti
los suspiros que tu dabas
eran tormento pa mi
cuando de ti me acordaba

Yo soy como aquel barquito
qué siempre va de tormenta
cuando no lleva penitas
va lleno de sentimientos

Soné que aun me vivias
y me desperté cantando
se derrumbó mi alegría
cuando en la cama no estaba
y al llamarme no venías

Morì giovane, come del resto sua moglie che aveva appena vent’anni. Lui, che la amava profondamente, non seppe riprendersi mai dal dolore. Morì a causa di un enfisema polmonare.

Bibliografia:

  • Gonzalo Rojo Guerrero, Cantoares malagueños – Pinceladas flamencas
  • Manuel Bohorquéz, El Cartel maldito – Vida y muerte del Canario de Álora
Annunci

2 thoughts on “Juan Trujillo “el Perote”

  1. Pingback: Juan Trujillo “el Perote” | Rubrica Flamenca Qué Mire Usté !

  2. Pingback: Malagueña del Niño de Tomares (Tendré que llorar por vía) | "De Palo en Palo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...